YouTube
Facebook

home / servizi / Normative Per ambienti particolari / Impianti sportivi / dettaglio norma

Norme CONI per l'impiantistica sportiva - Parte 3

Approvate dalla G.E. del CONI con deliberazione n. 851 del 15 luglio 1999

Norme CONI
Tabella B
Caratteristiche illuminotecniche degli spazi di attività

Spazi - impianti
All´aperto
Al coperto
 

Livello
attività

Illumina-
mento medio
(lux)

Ill. min.
/
ill. medio

Illumina-mento specifico
(lux)

Illumina-mento medio
(lux)

Ill. min.
/
ill. medio

Illumina-mento specifico
(lux)

Note

Atletica leggera

3
2
1

500
300
200

0,7
0,6
0,5

2000 *

500
300
200

0,7
0,6
0,5

2000 *

* fotofinish

Attività natatorie
(piscine)

3
2
1

500
300-200
200-100

0,7
0,7
0,5

 

500
300
200

0,8
0,5
0,5

 

 

Badminton

3 - 2
1

 

 

 

750-500
300

0,7
0,7

 

 

Baseball

3
2
1

1200(1)
1000(2)
900(1)
600(2)
600(1)
450(2)

0,8(1)
0,7(2)
0,8(1)
0,7(2)
0,7(1)
0,6(2)

 

750(1)
500(2)

0,5(1)
0,5(2)

 

(1)infield
(2)outfield
(1)infield
(2)outfield
(1)infield
(2)outfield

Softball

1

600(1)
450-200(2)

0,7(1)
0,6(2)

 

 

 

 

(1)infield
(2)outfield

Bocce

3
2
1

300
200
200

0,7
0,7
0,5

 

500
300
200

0,7
0,6
0,5

 

 

Bowling

3
2
1

 

 

 

500
500
300

0,8
0,8
0,5

1000 *
500 *
200 *

* bersaglio
* bersaglio
* bersaglio

Calcio *

3
2
1

800-500
300
100

0,7-0,5
0,5-0,4
0,4-0,3

 

 

 

 

* vedi Appendice
alla tabella C

Calcio a 5

3
2
1

300
200
200

0,6
0,6
0,5

 

750-500
300
300

0,7
0,5
0,5

 

 

Ciclismo

3
2
1

300
300
100-50

0,4
0,4
0,4-0,3

2000 *

300

0,4

2000 *

* fotofinish

Golf

3-2

10-15(1)

 

50(2)

 

 

 

(1)piano vert.
(2)buca

minigolf - pratica

1

100

 

 

 

 

 

 

Hockey
(prato e indoor)

3
2
1

500
300
200

0,7
0,7
0,7

 

750
750
400

0,7
0,7
0,7-0,6

 

 

Pattinaggio rotelle

3
2
1

400
300
100

0,6
0,6
0,5

 

400
300
100

0,7-0,6
0,5
0,5

 

 

Handball

3
2
1

300
200
200

0,6
0,6
0,5

 

750-500
300
300

0,7
0,5
0,5

 

 

Segue tabella B

Spazi - impianti
All´aperto
Al coperto

 

Livello
attività

Illumina-
mento medio
(lux)

Ill. min.
/
ill. medio

Illumina-mento specifico
(lux)

Illumina-mento medio
(lux)

Ill. min.
/
ill. medio

Illumina-mento specifico
(lux)

Note

Lotta - Pesistica Judo

3 - 2
1

 

 

 

500
300

0,7
0,6

 

 

Pallacanestro Pallavolo

3
2
2

300
200
200ice alla

0,6
0,6
0,5

 

750-500
300
300

0,7
0,5
0,5

 

 

Pugilistica

3
2
1

 

 

 

500
500
300

0,7
0,7
0,6

5000 *
2000 *

* sul quadrato
* sul quadrato

Rugby

3
2
1

500
200
75

0,7
0,6
0,5

 

 

 

 

 

Sport equestri

3-2
1

200
100

0,5
0,3

 

200
100

0,5
0,4

 

 

Sport motoristici

3
2
1

300
300
100-50

0,4
0,4
0,4-0,3

2000 *

300

0,4

2000 *

* fotofinish

Sport sul ghiaccio

3
2
1

500
300
100

0,6
0,5
0,4

 

750
500
300

0,7
0,5
0,5

 

 

Squash

3-2
1

 

 

 

750-500
300

0,7
0,7

 

 

Tennis

3
2
1

750-500
300
200

0,7
0,6-0,5
0,5-0,4

 

750-500
300
200

0,7
0,6
0,5

 

 

Tennistavolo

3
2
1

 

 

 

700
500
300

0,7
0,7
0,7

 

 

Tiro a segno

3-2-1

500-300

0,5

500(1)
300(2)

500-300

0,5

500(1)
300(2)

(1)bersaglio
(2)pedana

Tiro con l´arco

3
2
1

400
300
150

0,7
0,5
0,4

 

400
300
150

0,7
0,5
0,4

 

 

N.B.

Gli illuminamenti, salvo diversa specifica, si intendono sul piano orizzontale, coincidente con la superficie dello spazio di attività (sup. dell´acqua per le vasche natatorie).

Il rapporto tra illuminamento orizzontale ed illuminamento verticale dovrà essere compreso tra 0,5 e 2.

I valori indicati non tengono conto delle esigenze per le riprese televisive per le quali si dovrà fare riferimento alla norma UNI SPORT 9316.

NORME CONI
Appendice alla tabella B
Valori dell´illuminamento sul piano orizzontale secondo le norme UEFA

Numero di spettatori

fino a 10.000

oltre 10.000
fino a 20.000

oltre 20.000

Distanza massima spettatori dal centro campo (m)

130

150

180

Livello di illum. medio minimo accettabile (lux)

150

250

400

Livello di illum. medio minimo consigliato (lux)

250

400

800

Valori dell´illuminamento sul piano verticale secondo le norme FIGC

Numero spettatori

fino a 3000

da 3000
a 5000

oltre 3000
fino a 1000

oltre 10000
fino a 20000

oltre 20000

Illuminamento medio (lux)

100

150

250

400

800

NORME CONI
Tabella C
Caratteristiche ambientali

Tipologia

Temp. aria °C

Umidità relativa %

Illum. Medio Lux

Ricambi aria volumi amb./ora

Velocità massima aria m/sec (1)

Livello massimo rumore ambiente dBA (2)

Locali

Sale al chiuso

16-20
20-22
18-22
22
22
20
20
20
16
20

50
50
50
70
60
50
50
50
50
50

(3)
200
150
80
80
200
200
200
100
150

(4)
(4)
5
8
5-8
2,5
1,5
1
0,5-1
0,5

0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,20
0,25
0,20

40
40
40
50
40
40
40
40
50
40

sala di attività
sale preatletismo
spogliatoi (7)
docce(8)
servizi igienici
pronto soccorso
uffici
atrio
magazzini
locali vari

Impianti
natatori

28
28
24
24
20
22
20
20
20
20

70
70
60
70
60
50
50
50
50
50

(3)
300
150
80
80
200
300
200
100
150

(5)
3
5
8
5-8
2,5
1,5
1,5
0.5-1
0,5

0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,20
0,25
0,20

40
40
40
50
40
40
40
40
50
40

sala di attività
sale preatletismo
spogliatoi
docce (8)
servizi igienici
pronto soccorso
uffici
atrio
magazzini
locali vari

Servizi
per
mpianti
all´aperto

20-22
20
20
20
20
20
20
16
20

50
50
70
50
50
50
50
50
50

200
150
80
80
200
300
200
100
150

3
3
8
5-8
2,5
1,5
1,5
0,5-1
0,5

0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,15
0,20
0,25
0,20

40
40
50
40
40
40
40
50
40

sale preatletismo
spogliatoi
docce (8)
servizi igienici
pronto soccorso
uffici
atrio
magazzini
locali vari

Note:

  1. I valori si riferiscono al caso di ventilazione artificiale. Per la sala di attività si intendono validi per tutto il volume interessato al gioco (attrezzi compresi); per gli altri locali fino ad una distanza minima di m 2 dalle persone
  2. Il livello di rumore è quello prodotto dalle apparecchiature e impianti tecnici installati nei locali
  3. Per i valori dell´illuminamento dello spazio di attività fare riferimento alla tabella B
  4. almeno 20 m3/ora/persona al massimo affollamento e comunque non meno di 1 volume ambiente all´ora
  5. 50 m3/ora per ogni m2 di vasche servite
  6. 28°C per le vasche non nuotatori
  7. Indicativamente la temperatura dell´aria negli spogliatoi è opportuno sia superiore di 2 - 4 °C a quella della sala di attività
  8. La temperatura dell´acqua delle docce, all´erogazione, non deve essere inferiore a 37°C e non superiore a 40°C, se
  9. premiscelata; la temperatura dell´acqua calda miscelabile non deve superare i 48°C.

Fine

Contatto