CentralTest Onde Convogliate (CTOC)

Autodiagnosi a controllo centralizzato

Il Sistema CentralTest Beghelli ad Onde Convogliate (CTOC) è un sistema per illuminazione d’emergenza con il controllo di funzionamento centralizzato. È costituito da una centrale e da un numero variabile di lampade di emergenza dipendente dalla configurazione dell’impianto. La comunicazione fra la centrale di controllo e gli apparecchi avviene utilizzando una trasmissione digitale a onde convogliate sulla linea di alimentazione a 220/230 Volt. Questa caratteristica consente di poter installare un impianto per illuminazione d’emergenza con controllo centralizzato anche su impianti esistenti, senza apportare modifiche all’impianto elettrico. Su nuovi impianti vengono poi notevolmente ridotti i tempi di installazione in quanto la scelta delle onde convogliate evita di dover ricorrere alla posa di cavi dedicati per il colloquio tra centrale ed apparecchi di illuminazione.

 

Centrale di controllo

 

La centrale di controllo è dotata di un display a cristalli liquidi, di una stampante e di una tastiera per la digitazione dei comandi. La centrale assiste l’operatore nell’esecuzione delle funzioni richieste, proponendo sul display dei menù di scelta che costituiscono un’associazione fra i comandi eseguibili e tasti da premere. La tastiera della centrale può essere bloccata utilizzando l’apposita chiave.
È possibile integrare CentralTest ad Onde Convogliate all’interno di un sistema centralizzato con funzioni più estese o realizzare un controllo a distanza, tramite linea telefonica, del funzionamento degli apparecchi. Il collegamento è reso possibile dai due connettori per linea seriale (standard RS232) posti sul retro della centrale.
La centrale è inoltre equipaggiata con batterie ermetiche ricaricabili da 7.2V, 1.2Ah al NiCd che consentono un’autonomia di 3 ore in assenza della tensione di rete.

 

Autoapprendimento

 

La centrale è in grado di effettuare il riconoscimento delle lampade installate e quindi rendere estremamente semplice la programmazione dell’impianto. Dopo la fase di autoprogrammazione la centrale registra il numero di lampade che compongono l’impianto e un elenco dei relativi codici di identificazione. Questo consentirà di individuare immediatamente le lampade oggetto di eventuali malfunzionamenti. Utilizzando il Modulo Centrale è possibile controllare tutti gli apparecchi di un sistema CentralTest ad Onde convogliate per mezzo di un normale computer, su cui dovrà essere installato l’apposito software Beghelli fornito assieme al Modulo Centrale.

Le informazioni scambiate tra la centrale e gli apparecchi di illuminazione permettono le seìguenti funzioni:
• test di funzionamento e di autonomia degli apparecchi
• abilitazione e disabilitazione della funzione di emergenza
• comando di accensioneincondizionata degli apparecchi 

 

Funzionamento

 

Tutte queste operazioni possono essere eseguite su tutto l’impianto, su un dato gruppo di lampade o su una singolarmente; i risultati dei test sono visualizzati sul display della centrale e possono essere riportati su carta dalla stampante. In condizioni di normale funzionamento la centrale mantiene comunque sotto controllo la possibilità di comunicare con ogni singola lampada del suo sistema mediante operazioni di interrogazione che vengono eseguite periodicamente; qualora non sia possibile raggiungere una o più lampade dell’impianto questa anomalia viene segnalata all’operatore tramite il display della centrale. Le singole lampade sono in grado di espletare le funzioni di emergenza anche se la comunicazione con la centrale è interrotta. Ciascuna lampada è identificata da un indirizzo univoco, ciò permette la convivenza di impianti distinti che condividono la stessa linea di alimentazione.

 

Test di funzionamento

 

Il test di funzionamento viene eseguito dalla centrale in maniera automatica o su specifica richiesta dell’operatore e ha lo scopo di verificare il funzionamento delle lampade. L’intervallo di tempo fra due test automatici e l’ora in cui questi vengono effettuati sono parametri impostabili sulla centrale dall’utilizzatore dell’impianto. Durante il test la lampada viene accesa per circa un minuto allo scopo di verificare il corretto funzionamento del tubo fluorescente. La centrale raccoglie eventuali indicazioni di errore e le segnala all’operatore sia sul display che tramite una stampa su carta. Il report prodotto dalla centrale riporta giorno e ora in cui il test è stato eseguito e la tipologia dei guasti. L’individuazione degli apparecchi guasti è facilitata da un LED rosso lampeggiante posto sulla parabola.

 

Test di autonomia

 

Il test di autonomia è simile, nell’esecuzione, al test di funzionamento, ma richiede un maggior tempo di esecuzione in quanto con esso si vuole verificare anche lo stato di autonomia delle lampade. Durante la prova il tubo rimane acceso ed il microprocessore della lampada verifica lo stato della batteria registrando eventuali anomalie. Al termine del test la centrale visualizza l’esito sul display o con una stampa su carta. L’individuazione degli apparecchi guasti è facilitata da un LED rosso lampeggiante posto sulla parabola.