21° Gran Premio Bruno Beghelli
NICOLA RUFFONI VINCE IN VOLATA IL GRAN PREMIO BRUNO BEGHELLI
L’australiana Chloe Hosking si aggiudica la gara femminile
È ancora la Bardiani-Csf a vincere il Gran Premio Bruno Beghelli a Monteveglio (Bologna), ma se l’anno scorso ad esultare sul traguardo della gara organizzata dal Gs Emilia era stato Sonny Colbrelli, stavolta è toccato al suo compagno Nicola Ruffoni. L’atleta bresciano classe 1990 ha battuto in volata Filippo Pozzato (Wilier Triestina – Southeast) e il belga Jens Keukeleire (Orica – BikeExchange), con Colbrelli quarto davanti a Simone Consonni (che ha gareggiato con la maglia della Nazionale italiana).
 
Dopo la partenza, avvenuta nello scenario dello stabilimento Beghelli di Monteveglio, con 193 atleti al via, la più importante fuga di giornata nasce al chilometro 22 e vede protagonisti sette corridori: Christian Eiking (Fdj), Yuma Koishi (Nippo-Vini Fantini), Diego Rubio (Caja Rural - Seguros Rga), Alberto Nardin (Androni Giocattoli - Sidermec), Artur Ershov (Gazprom - Rusvelo), Thierry Hupond (Delko Marseille Provence Ktm) e Andrea Ruscetta (GM Europa Ovini). I sette toccano un vantaggio massimo di quattro minuti (al chilometro 70), poi vedono il loro vantaggio diminuire gradualmente fino ad essere ripresi ad una quarantina di chilometri dal traguardo (Rubio e Nardin gli ultimi a cedere). Poi, quando al traguardo mancano due giri e mezzo (una trentina di chilometri) il gruppo di testa si fraziona e davanti restano in 42, con l’Orica – BikeExchange attivissima in testa, supportata dalla Bardiani-Csf. Alle loro spalle il resto del gruppo non riesce più a rientrare, dopodiché, in volata, Ruffoni esce bene dalla ruota del compagno Colbrelli e resiste alla rimonta di Pozzato.
 
Ad anticipare la gara dei professionisti è stata la prima edizione del Gran Premio Bruno Beghelli Internazionale Donne Elite, con 127 atlete al via. Anche qui la gara si è decisa in volata, con il successo dell’australiana Chloe Hosking della Wiggle High5 (squadra che ieri aveva già vinto il Giro dell’Emilia – Unipol Banca), davanti a Marianne Vos (Raboliv Women Cycling Team) e Barbara Guarischi (Canyon Sram Racing).