22° Gran Premio Bruno Beghelli
TRIONFO DI LUIS LEON SANCHEZ NEL GP BRUNO BEGHELLI
Marta Bastianelli si aggiudica la gara femminile

Va allo spagnolo Luis Leon Sanchez (Astana Pro Team) il  Gran Premio Bruno Beghelli, 22^ edizione della gara sponsorizzata dal Gruppo Beghelli.

 

A Monteveglio Valsamoggia (Bologna) il corridore classe 1983 dell’Astana (che in carriera vanta anche quattro vittorie di tappa al Tour de France e due edizioni della Clasica San Sebastian) è arrivato tutto solo al traguardo, grazie ad un attacco nel finale, precedendo così per una manciata di secondi Sonny Colbrelli (Bahrain – Merida) ed Elia Viviani (Team Sky), rispettivamente secondo e terzo classificati.

 

Subito dopo la partenza, avvenuta nella cornice dello stabilimento Beghelli di Monteveglio, ha preso il largo la fuga di giornata, con protagonisti quattro atleti: Simone Bernardini (Sangemini Mg K Vis), Pavel Brutt (Gazprom Rusvelo), Sebastian Lander (GM Europa Ovini) e Mattia Viel (Unieuro Trevigiani), che toccano un vantaggio massimo di sette minuti e vengono poi ripresi al chilometro 143. Negli ultimi tre dei dieci giri del circuito dello Zappolino sono in tanti a provare l’attacco, ma l’azione decisiva nasce praticamente nell’ultima discesa, quando si avvantaggia un plotoncino di 12 corridori, tra cui Viviani, Colbrelli e proprio Luis Leon Sanchez, che attacca in pianura, a quattro chilometri e mezzo dall’arrivo. Nessuno lo riesce a riprendere e lui taglia il traguardo con gli indici rivolti al cielo, dedicando (come spiega nell’immediato dopo gara) il successo a Michele Scarponi.

 

Ad anticipare il Gran Premio Bruno Beghelli per professionisti è stata la gara internazionale per Donne Elite, anche questa partita dallo stabilimento Beghelli e arrivata sul traguardo di Monteveglio Valsamoggia, dopo 80 chilometri e sei giri con l’ascesa dello Zappolino da affrontare ogni volta. Alla fine, come da pronostico, il tutto si è risolto con una volata a ranghi compatti che ha visto trionfare a braccia alzate Marta Bastianelli (Alè Cipollini). La campionessa mondiale di Stoccarda 2007 ha anticipato due giovani promesse del ciclismo italiano: seconda piazza per Elisa Balsamo (Valcar PBM) e terza per Letizia Paternoster (Rappresentativa Veneto).