Nuova etichetta energetica: cosa cambia?

L’etichetta si aggiorna ma non il consumo di elettrodomestici e lampadine

Con la diffusione di elettrodomestici e sorgenti luminose con ottime performance dal punto di vista del consumo energetico, dal 1° marzo 2021 è in vigore la nuova etichetta energetica dell’Unione Europea. "I nuovi dispositivi elettrici stanno diventando sempre più efficienti, e quasi tutti questi prodotti si classificano nelle categorie più alte (A+++, A++, A+, A, B...). Anziché aggiungere altri “+” alla classe A, si è preferito semplificare le nuove etichette energetiche utilizzando una scala più intuitiva che va da A a G." spiega la Commissione Europea.


Ciò che cambia insomma è il ritorno ad una classificazione da A a G. In questo modo si semplifica la scala di efficienza energetica pre-esistente eliminando i "+", aumentandone la comprensione e la lettura.

 

Etichette nuove ma bassi consumi ed efficienza energetica di sempre 

 

Questa trasformazione non è sinonimo di un declassamento dei prodotti, infatti questi presentano gli stessi consumi ed efficienza energetica di prima, ma semplicemente un passaggio, ad esempio, da classe A+ a classe F.

 

Quindi come riconoscere un prodotto riscalato?

 

I nostri prodotti sono già stati tutti riscalati e puoi riconoscerli attraverso un QR code presente sulla confezione, che ti permette di visualizzare le informazioni e conoscere le caratteristiche tecniche principali, naturalmente ti consigliamo di confrontare i modelli con lo stesso tipo di etichetta.

 

 

 

 

Immagine che rappresenta lo schema delle nuove classi energetiche